La passeggiata e lo splendido lago in 1 minuto, guarda il Reel nel nostro canale Instagram!

Guarda il reel qui!

Se ti piace la montagna, e vuoi vedere un paesaggio – ed un lago – davvero mozzafiato, dal colore unico, non devi assolutamente farti scappare la passeggiata al Lago di Sorapis.

Il lago dal meraviglioso color turchese, infatti, si trova ad una decina di chilometri da Cortina, in provincia di Belluno, e per arrivarci c’è bisogno di fare un trekking molto bello – e segnato nel dettaglio – che in alcuni punti si rivela un po’ esposto e non addetto ai debolissimi di cuore.

Niente di incredibile, sia chiaro, però in alcuni tratti si cammina a pochi passi da un dirupo e, vista la mole di persone che quotidianamente visitano il lago e percorrono il trekking, bisogna fare un po’ di attenzione.

Si parte da passo Tre Croci, dove è possibile parcheggiare abbastanza comodamente l’auto soprattutto fuori stagione – è un luogo molto “di tendenza” per cui, se vai nei momenti di festa nazionale opppure in piena estate, poi trovare un bel po’ di gente proprio a partire dalle auto parcheggiate.

Attraversato un pratone si imbocca un sentiero in mezzo al bosco, che si inerpica (senza mai pendenze troppo esagerate) tra mulattiere e qualche scaletta in ferro.

Speciale è il passaggio – ovviamente dipende dal periodo dell’anno in cui vuoi andare – sopra ciò che rimane dei ghiacci invernali proprio del ghiacciaio del Sorapis, con rivoli d’acqua che si formano naturalmente dallo scioglimento della neve e che ti fanno passare per percorsi ogni volta diversi.

Dopo circa due ore di cammino si arriva al Rifugio Vandelli, dal quale ammirare un vero e proprio quadro naturale: in lontananza si vedono chiaramente le Tre Cime di Lavaredo, Misurina e il lago di Misurina più a nord.

Tornando leggermente sui propri passi, si arriva a quella che è la vera e propria destinazione: il lago di Sorapis, incastonato tra le montagne a strapiombo, dal suo magnifico color turchese.

Da qui, puoi scegliere di continuare a percorrere il sentiero fino ad arrivare alla spiaggia dalla sponda opposta del lago (ti ricordiamo che per preservare il colore e l’integrità del lago in generale, è severamente VIETATO fare il bagno!!!) oppure goderti un pranzo al sacco – come abbiamo fatto noi – da questo lato, godendo dello spettacolo e del sole in fronte.

Un’escursione dal totale di 4 ore di durata, senza troppa difficoltà o dislivello, che ti consigliamo di fare fuori periodo vacanze di massa o festività programmate, in quanto meta turistica molto attrattiva per il grande pubblico, soprattutto dall’avvento di Instagram! :P